Si terrà il prossimo 7 febbraio presso il ristorante PuraBrace di Vedano al Lambro la cena di beneficenza organizzata dall’associazione Samudra Insieme Onlus in collaborazione con il Gruppo PuraBrace Grill House, per raccogliere fondi destinati al sostegno del progetto “Caregiver Post Coma”.

CHI È SAMUDRA INSIEME ONLUS?

Samudra Insieme, infatti, si occupa dal 1997 (prima come gruppo spontaneo e poi dal 2000 come Onlus riconosciuta) di dare sostegno alle persone che escono dal coma e alle loro famiglie.

Che cosa si intende per post coma?

“Il momento in cui il paziente esce dal coma è impropriamente chiamato dai mass media risveglio” spiega il Dott. Antonio Frova, Presidente dell’associazione Samudra Insieme Onlus. “Impropriamente perché, in effetti, il paziente in coma non è addormentato e non è quindi risvegliabile semplicemente chiamandolo o toccandolo. Si parla però di risveglio perché, anche se con un eccesso di enfasi, si vuole sottolineare il suo ritorno a nuova vita, qualunque possa essere poi il grado di recupero di consapevolezza, di capacità motorie e di pensiero”.

Onlus

Chi sperimenta “il risveglio” si trova a dover affrontare diverse condizioni di disabilità: si va dallo stato vegetativo (il più grave), allo stato di minima responsività, fino alla grave disabilità, cioè a tutte le patologie legate alle cerebrolesioni acquisite (disabilità motorie, cognitive, comportamentali, ecc.).

IL PROGETTO CAREGIVER POST COMA

Dal momento in cui il paziente esce dal coma inizia un percorso di ritorno alla vita spesso difficoltoso sia per lui che per chi gli sta attorno.

“I familiari, mogli, mariti, figli, genitori, fratelli, sorelle che, insieme alla persona con GCA, hanno visto stravolgere il proprio progetto di vita in un istante, improvvisamente si ritrovano a essere caregiver” continua Frova ” Il Caregiver (familiare assistente) è una persona che aiuta, in maniera gratuita e quotidiana, il proprio parente non più autosufficiente. L’evento cambia la loro quotidianità e crea domande, dubbi e nuovi bisogni. L’Associazione Samudra Insieme è accanto a loro aiutandoli ad affrontare la quotidianità con personale qualificato, dando supporto psicologico, consulenza sociale e consulenza legale”.

“I fondi raccolti grazie al progetto PuraBrace per il Sociale saranno utilizzati per garantire ai caregiver delle consulenze con figure professionali, che si occupano delle tematiche inerenti il postcoma, disponibili ad incontrare e accogliere i famigliari per dare loro informazioni e risposte. L’obiettivo è creare una rete intorno al caregiver che diminuisca il suo disorientamento, senso di solitudine e fatica nell’affrontare i cambiamenti che avvengono dopo un evento che porta a una situazione di grave o estrema disabilità” conclude Samudra Insieme Onlus.

Onlus

“Ci sono malattie e incidenti che cambiano radicalmente la vita di una persona da un attimo con l’altro, non solo quella di chi ne è vittima, ma anche quella delle persone che ha accanto. Il risveglio dal coma non è un punto di arrivo, ma un nuovo punto di partenza. È l’inizio di un percorso lungo e difficoltoso, sia per chi lo vive in prima persona, che per coloro che lo accompagnano lungo la strada. Un percorso difficile fisicamente, ma forse ancora di più psicologicamente perché le motivazioni, le emozioni e talvolta le frustrazioni (quando i progressi faticano ad arrivare) sono fortissime” dichiara PuraBrace Grill House. “Ci auguriamo che il nostro sostegno al Progetto Caregiver post Coma di Samudra Insieme Onlus possa aiutare tante famiglie sfortunate ad affrontare meglio le sfide di ogni giorno”.

LA CENA DI BENEFICENZA

Il costo della cena di beneficenza è di euro 22 a persona e il menù comprende un piatto unico a scelta tra alcuni gustosissimi piatti tex mex e hamburger del menù PuraBrace, bevanda, dolce e coperto.

L’appuntamento è dunque per giovedì 7 febbraio presso il PuraBrace Grill House di Vedano al Lambro (via Della Misericordia 15). Per maggiori informazioni e per confermare la propria presenza è possibile chiamare il ristorante al numero 039 9416667 oppure l’Associazione Samudra Insieme Onlus al numero 349 7177413.